Apro gli occhi, un cuore oscilla sopra il letto. Silvia è già in piedi, sta preparando la colazione. Mi sorride.

Buongiorno, Cla. Dormito bene? Io sono… Aiuto!

Ecco, questa è me il mercoledì mattina, dopo la prima serata di Sanremo. Mi trascino fuori dal letto, afferro la tazza del caffè. E ripenso alla prima serata.

E’ stata strana, e non è stata affatto riposante. Il pranzo alle sei - o erano le sette? - poi di corsa alla sala stampa. Attaccare il tablet pc alla presa. E aspettare l’inizio della prima serata di Sanremo 2015. E aspettare. E aspettare. E aspettare….

Poi, finalmente, si comincia. E appaiono, una alla volta, alla spicciolata, le vallette. Prima Emma, vestita da sposa.

Il mio moroso, prende l’occasiona al balzo e mi spedisce la foto del suo vestito preferito. E già qui, quando durante la serata di Sanremo si parla di matrimonio, dovrebbe scattare il campanello d’allarme. Per fortuna ci ripensa Arisa, scivolando sulle scale, a riportare un po’ di normalità al festival.

Poi c’è il momento di Tiziano Ferro. Tutta la sala stampa si lascia andare

E per me potrebbe finire anche qui. Con un mega concerto di TZN, e fa niente Siani, che verrà, e il pessimo imitatore di Bublé. Tiziano, tremendo, saluta.

Poi c’è Siani che prima prende in giro persone a caso

poi parla di amore in modo molto originale

e infine tenta di scusarsi del suo poco tatto

In tutto ciò i cantanti in gara presentano le loro canzoni, con risultati dal soddisfacente alla tragedia. Mi piange il cuore per Grignani

Ma per fortuna Nek sorprende

Su teatro.it ci sono tutte le pagelle della prima serata, non le ripeto. E smetto di ripensare a ieri. Metto giù la tazza. Oggi ricomincia il circo, il carrozzone procede spedito.

Comincerò con Raf e poi c’è la nuova conferenza di Conti. Di cui vi parlerò un’altra volta.

Aggiornato:

Scrivi un commento